|

Un cammello bianco per il compleanno di Moira

Walter e Moira il giorno del matrimonio

L’età a una signora non si chiede mai e tantomeno la si può chiedere a Moira Orfei. Nemmeno nel giorno del suo compleanno. L’abbiamo raggiunta a Firenze dove si sta preparando lo spettacolo per le feste di Natale al Nelson Mandela Forum: “Stiamo montando tutto il circo nel palazzetto, perché abbiamo bisogno di molto spazio per poter mettere in scena la nostra favola Il bacio del Leone”, dice la donna simbolo del circo italiano, che in questi giorni non fa altro che rispondere agli auguri che le stanno piovendo addosso.
Moira è un fiume di parole, come sempre, e subito ricorda che si sente la metà degli anni che compie. Quanti? E chi lo sa! Assicura che si mantiene giovane grazie a una crema che le viene inviata, all’occorrenza, in qualsiasi posto si trovi: “E’ un’antica ricetta zingara”, si fa sfuggire, “fatta con frutta e latte di capra. C’è un ingrediente segreto che non rivelo, ma è meravigliosa, altro che le punturine!”
È impossibile saperne di più, non è disposta nemmeno a farmela provare. Meglio cambiare argomento. Quali progetti futuri per il suo circo? La concentrazione, ovviamente, è tutta rivolta agli spettacoli fiorentini che si protrarranno fino a dopo l’Epifania, un impegno importante considerando anche il tradizionale veglione di Capodanno che riporta alla memoria le festività di “una volta” quando la notte del 31 dicembre la si passava spesso e volentieri sotto un tendone o tra le mura di un teatro. Lo spettacolo si presta, come sempre, a creare la magia necessaria per delle festività avvolte dallo sfarzo e dai sogni, ed è proprio il tema del sogno ad affascinare la signora Orfei: “Questo spettacolo è bellissimo, le coreografie ricche, i costumi sono sfavillanti e la storia emozionante, una vera favola!”

Moira con il figlio Stefano

La creatività degli Orfei non si ferma ed è proprio in occasione di anniversari come questo che Moira, più che fare bilanci, guarda a ciò che le riserva il prossimo anno, e quello dopo, e quello dopo ancora. L’entusiasmo che mette in ogni frase è contagioso, e si riflette in tutto ciò che fa. Non stupisce che il suo circo registri sempre il tutto esaurito in ogni piazza, e che le idee per il futuro siano molte e tutte ad alto livello: “Ma non posso dire molto di più per non rovinare la sorpresa”.
Prima di affrontare le giornate intense che le si prospettano Moira Orfei ha trascorso il compleanno nella tranquillità della sua famiglia che è il suo grande amore, oltre al circo, ovviamente. E non perde occasione di ricordare quanto sia importante per lei essere circondata dall’affetto dei suoi cari.
Esaurisco un’ultima curiosità prima di salutarla: cosa le avrà regalato suo marito Walter Nones? “Mi ha regalato un cammello, piccolo e tutto bianco”.
Il regalo giusto per Moira Orfei, una vita vissuta in pista circondata dal pubblico e dai suoi animali, il regalo giusto per una vera diva.
Buon compleanno signora Orfei, anche da parte mia e di Circo.it, e grazie per la magia che ogni volta ci regala.
Elena Lo Muzio

Short URL: https://www.circo.it/?p=13066

Comments are closed

Archives

Comments recenti

  • Raffaele: Giusto
  • canessa dottor francesco: è vergognoso il sindaco di pavia e assessore annesso devono solo vergognarsi per la...
  • claudiom: ne riparleremo il prossimo anno. Credo che per lei sarà una delusione.
  • Marta: Raga’ forse vi dovreste documentare un po’ meglio, il piu’ patetico dei commenti e’...
  • Montico Giorgio: ricordiamoci che il sindaco Renzi può fare quello che vuole se sie puntato ed e messo alle strette...