|

Il 27 marzo il Brasile festeggia il clown carioca

Il 27 marzo in Brasile si festeggia la “giornata del circo”, Dia do circo. E la ricorrenza è tutto merito del clown simbolo del paese, Abelardo Pinto, in arte Piolin, soprannominato il “re dei pagliacci”. Nasce a Ribeirão Preto (San Paolo) nel 1897 in una famiglia di circo, il padre si chiama Pinto Galdino Farnesi e la madre Clotilde, che gestisce il circo che poi eredita lo stesso Piolin. In suo onore nel 1982 viene fondata la Scuola nazionale di circo, quando l’artista è già morto da qualche anno, esattamente il 4 settembre 1973, con la finalità di dar vita ad un luogo di formazione aperto ai giovani di tutte le classi sociali che hanno in questo modo la possibilità di apprendere tecniche e segreti di un’arte antica. Le autorità brasiliane decidono così di rendere omaggio per sempre a questo clown fissando la ricorrenza nel giorno della sua nascita, il 27 marzo appunto.

Il clown Piolin

Viene definito “uno dei più grandi clown brasiliani di tutti i tempi” ma la sua popolarità è anche frutto delle relazioni che Piolin riesce ad instaurare non solo con la gente comune ma anche col gruppo di intellettuali brasiliani che si riuniscono nella “Settimana d’arte moderna”, il movimento artistico e letterario che nasce nel 1922 e che ha grande seguito.
Piolin si forma nel circo di famiglia, che lavora a San Paolo per oltre 30 anni, e apprende varie discipline, oltre a diventare un bravo musicista soprattutto di violino e mandolino.
Il nome Piolin significa “stringa” e deriva dalla forma fisica longilinea e dalle gambe lunghe e sottili di questo personaggio che ha unito la creatività del comico alla abilità di acrobata.

Il circo Piolin

Una sua caratteristica era il colletto alto del costume, mentre il trucco puntava sul grande contorno bianco della bocca senza altri eccessi.
Per ricordare Piolin e il circo, in questa giornata i media ripercorrono la storia dell’arte circense in Brasile, e si legge che tutto ha inizio con l’arrivo degli zingari in fuga dalle persecuzioni in Europa. A piedi da una città all’altra, hanno approfittato delle feste religiose per mostrare le loro abilità con i cavalli e il talento di illusionisti. Ma il circo itinerante vero e proprio appare in Brasile alla fine del diciannovesimo secolo e la figura del clown si radica subito nelle classi popolari anche grazie alla capacità di fare ampio uso di strumenti musicali.
La prima scuola di circo è stata fondata a San Paulo nel 1977, ed ha preso il nome proprio del clown Piolin.

Short URL: https://www.circo.it/?p=17608

Comments are closed

Archives

Comments recenti

  • Raffaele: Giusto
  • canessa dottor francesco: è vergognoso il sindaco di pavia e assessore annesso devono solo vergognarsi per la...
  • claudiom: ne riparleremo il prossimo anno. Credo che per lei sarà una delusione.
  • Marta: Raga’ forse vi dovreste documentare un po’ meglio, il piu’ patetico dei commenti e’...
  • Montico Giorgio: ricordiamoci che il sindaco Renzi può fare quello che vuole se sie puntato ed e messo alle strette...