Il Circo del Papa
MILANO, TORINO, FIRENZE, BARI, PADOVA, ROMA, NAPOLI, PALERMO... SCOPRI IL CIRCO PIU VICINO A CASA TUA!
|

L’Enc ha ottenuto l’Iva ridotta per l’energia elettrica delle carovane

Lo scorso marzo il presidente Antonio Buccioni ha presentato all’Agenzia delle Entrate una richiesta di consulenza giuridica per chiedere se fosse applicabile alle carovane, cioè alle “abitazioni mobili” degli esercenti l’attività circense, l’aliquota Iva del 10 per cento (prevista dal n. 103 della Tabella A, Parte III, allegata al decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633), così come avviene per le forniture per uso domestico di carattere residenziale, in quanto allo stesso scopo destinate. Ebbene, con una comunicazione datata 23 aprile, l’Agenzia delle Entrate, Direzione centrale normativa, settore imposte indirette, ufficio Enti non commerciali e Onlus, ha fornito all’Ente Nazionale Circhi una lunga e affermativa risposta.
Il parere dell’Agenzia parte dalla risoluzione n. 21/E del 28 gennaio 2008 che descrive “l’uso domestico”, cioè relativo a quei “consumatori finali” che “impiegano l’energia elettrica nella propria abitazione e che non utilizzano l’energia nell’esercizio di imprese o per effettuare prestazioni di servizi rilevanti ai fini IVA, anche se in regime di esenzione”. Solo “in presenza del requisito della “residenzialità” ricorre il connotato dell'”uso domestico” della fornitura di energia elettrica richiesto per poter beneficiare del trattamento agevolato”.
Spiega quindi l’Agenzia delle Entrate che il requisito della permanenza all’interno della struttura in modo stabile e duraturo “deve ritenersi soddisfatto anche in presenza di strutture mobili (quali nel caso di specie quelle dei soggetti esercenti attività circensi), sia perché tale caratteristica non esclude di per sé la destinazione permanente della struttura (anche se soggetta a variazione del luogo di stazionamento) a scopi abitativi, sia in quanto la mobilità delle stesse strutture risulta in modo imprescindibile collegata al carattere itinerante dell’attività circense cui sono associate”.

Il presidente Enc, Antonio Buccioni (foto Flavio Michi)

Aggiunge l’Agenzia che, “a conferma di tale conclusione si evidenzia che l’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha previsto, per i soggetti esercenti spettacoli viaggianti, la possibilità di richiedere connessioni temporanee alle reti di distribuzione di energia elettrica anche relativamente alle connessioni “per usi abitazione”.”
Nei casi delle carovane abitazione, dunque, e solo per queste, “alle forniture di energia elettrica derivanti da connessioni temporanee destinate alle abitazioni mobili dei soggetti esercenti attività circensi è applicabile l’aliquota IVA agevolata del 10 per cento ai sensi del n. 103 della Tabella A, Parte III, allegata al DPR n. 633 del 1972”.

© Copyright Circo.it – Tutti i diritti riservati

Short URL: http://www.circo.it/?p=30064

Comments are closed

Comments recenti

  • Raffaele: Giusto
  • canessa dottor francesco: è vergognoso il sindaco di pavia e assessore annesso devono solo vergognarsi per la...
  • claudiom: ne riparleremo il prossimo anno. Credo che per lei sarà una delusione.
  • Marta: Raga’ forse vi dovreste documentare un po’ meglio, il piu’ patetico dei commenti e’...
  • Montico Giorgio: ricordiamoci che il sindaco Renzi può fare quello che vuole se sie puntato ed e messo alle strette...