|

L’alta moda del circo

en-piste-8Ci sono soprattutto costumi da clown, ma non mancano quelli del Monsieur Loyal, di trapezisti, acrobati e domatori (come Emilien Beautour e Tarass Boulba). Provengono dalla collezione Jacob – William, da quella di Alain Frere, Valérie Fratellini, tanti anche dal Cirque du Soleil. Ci sono ad esempio costumi di Saltimbanco, Ovo e Zed. Non mancano splendidi modelli indossati dal clown Punch, Pierre Bonvallet, Annie Fratellini e poi cartoline, manifesti (come quello del giocoliere indiano Tou-Tainsko che risale al 1890), il grande baule del clown Punch, una sorta di camerino viaggiante.
Presso il Centro nazionale del costume di scena e della scenografia di Moulins, in Francia, è in corso di svolgimento la mostra “En piste”, inaugurata a giugno e che resterà aperta fino al 5 gennaio prossimo. Dire Cncs significa già una garanzia. Presso questo Centro, infatti, che dal 2006 allestisce esposizioni di alto livello proprio sui costumi di scena, si conservano quelli che sono stati donati da grandi artisti: Maria Callas, Rudolf Nureev, Jean Louis Barrault, Jean Cocteau e numerosi altri.
en-piste-3 en-piste-5Ma anche un’altra prestigiosa istituzione collabora e mette a disposizione “pezzi” rari per questa mostra: si tratta della Biblioteca Nazionale di Francia, che conserva e valorizza il patrimonio costituito da tutte le forme di spettacolo, e che a proposito di circo può contare sulla eccezionale collezione di Auguste Rondel (1858-1934): più di 12 mila manoscritti, corrispondenza, libri, fotografie, programmi, eccetera. Conserva poi tanti fondi di personalità in qualunque modo legate alla storia del circo: dal mimo Maurice Farina e la sua frequentazione del Médrano negli anni Venti e Trenta, ad André Legrand, amministratore dello stesso Médrano fino al 1932, solo per citarne due.
La Francia, nazione sensibilissima all’arte del circo, rende adesso omaggio ai costumi che popolano l’arte della pista, ripercorrendo le varie fasi storiche – a partire soprattutto dalla nascita del circo moderno – e arrivando fino ai giorni nostri col Soleil.
en-piste-2Le opere esposte provengono da alcune delle più grandi realtà del circo, come Fratellini, Bouglione, Cirque Plume, Cirque du Soleil, Cirque Phénix, Ringling Bros. & Barnum & Bailey, Franco Dragone Entertainment Group. E sono veri e propri oggetti di alta moda, capi firmati. Gérard Vicaire, ad esempio, ha disegnato i costumi di alcuni dei clown bianchi più famosi del mondo, Liliane Bonvallet quelli del marito, il clown Punch, Jean Eden ha dato il meglio di sé nel vestire gli artisti in pista del circo nazionale Alexis Gruss, Popy Moreni e Odile Hautemulle per Bouglione, Claude Renard per Franco Dragone Entertainment Group, Philippe Guillotel per il Cirque du Soleil.
Nell’ultima sala della mostra, poi, è come se il visitatore venisse invitato ad entrare in pista per immergersi e gustare la grande parata finale, fra sagome di artisti e animali in stoffa ed altri materiali.

Short URL: http://www.circo.it/?p=32932

Comments are closed

Comments recenti

  • Raffaele: Giusto
  • canessa dottor francesco: è vergognoso il sindaco di pavia e assessore annesso devono solo vergognarsi per la...
  • claudiom: ne riparleremo il prossimo anno. Credo che per lei sarà una delusione.
  • Marta: Raga’ forse vi dovreste documentare un po’ meglio, il piu’ patetico dei commenti e’...
  • Montico Giorgio: ricordiamoci che il sindaco Renzi può fare quello che vuole se sie puntato ed e messo alle strette...