|

Circo Martin: “L’ennesimo attacco preordinato della Lav”

circo-martinQuali difensori del legale rappresentante del “Circo Martin” e degli altri operatori interessati dobbiamo segnalare una vicenda paradossale di cui l’impresa nostra assistita è stata vittima.
Lo scorso 28 agosto veniva eseguito un sequestro disposto dal G.I.P del Tribunale di Olbia-Tempio Pausania di tutti gli animali che si trovavano presso il circo sulla scorta di asseriti maltrattamenti. Va fatto presente che il sequestro riguarda inopinatamente tutti gli animali nella loro generalità senza alcuna ulteriore specificazione e l’azione della magistratura ha preso le mosse da una denuncia della locale Lega Antivivisezione.

Si tratta, evidentemente, dell’ennesimo attacco preordinato da parte della L.A.V. che sembra aver individuato nel “Circo Martin” un obiettivo sensibile per colpire il circo in generale e per ottenere una razione del rilievo mediatico necessario alla sopravvivenza e alla legittimazione dell’associazione animalista stessa.
Nel caso di specie il sequestro pare non trovare alcun fondamento fattuale ma essere il frutto di dati parziali e distorti nel perfetto stile adottato da alcune associazioni animaliste come la L.A.V., appunto: il maltrattamento viene solo gridato senza che alcun riscontro oggettivo e scientifico venga introdotto a supporto.

Ciò che appare ancor più avvilente è come la L.A.V. non sia evidentemente interessata, né punto né poco, al benessere degli animali ma solo a rinforzare la propria autoreferenzialità in quella parte di opinione pubblica più o meno vagamente animalista. Tant’è che i primi ad essere danneggiati da un eventuale prelevamento dal loro ambiente abituale, cioè quello del circo, con conseguente interruzione dei rapporti con coloro che se ne sono sempre occupati, sono gli animali stessi. Tutto ciò per tacere delle gravi conseguenze economiche in capo al circo.

Non va dimenticato che qualche mese fa ancora la L.A.V. aveva tentato un’analogo blitz – sempre contro il Circo Martin – ma che il G.I.P. presso il Tribunale di Cagliari non aveva ritenuto sussistenti i presupposti per la concessione del sequestro.
In ogni caso, questa difesa ha immediatamente proposto ricorso avverso il sequestro avanti il Tribunale del Riesame e si attende la fissazione dell’udienza.

Bassano del Grappa, 12 settembre 2014.

Avv. Francesco Mocellin
Avv. Valentina Nichele

Short URL: http://www.circo.it/?p=36336

Comments are closed

Comments recenti

  • Raffaele: Giusto
  • canessa dottor francesco: è vergognoso il sindaco di pavia e assessore annesso devono solo vergognarsi per la...
  • claudiom: ne riparleremo il prossimo anno. Credo che per lei sarà una delusione.
  • Marta: Raga’ forse vi dovreste documentare un po’ meglio, il piu’ patetico dei commenti e’...
  • Montico Giorgio: ricordiamoci che il sindaco Renzi può fare quello che vuole se sie puntato ed e messo alle strette...