|

Tar Parma: la sentenza del 2010

Il ricorso contro il Comune di Parma è stato presentato da Emilio Aneghini, il quale aveva chiesto l’autorizzazione ad installare uno spettacolo denominato “Museo vivente di fauna e marina terrestre” (mostra faunistica con rettili, rapaci, squali, animali da compagnia e da cortile) ricevendo però un diniego dal dirigente del settore in quanto vigeva un parziale divieto per le mostre con esposizione di animali vivi.
Il Tar di Parma, sezione prima, nella sentenza depositata l’11 maggio 2010, ha ribadito le sentenze dei Tar di Abruzzo e Toscana annullando gli atti impugnati e condannando il Comune al pagamento delle spese.

Il testo integrale della sentenza

Short URL: http://www.circo.it/?p=21264

Comments are closed

Comments recenti

  • Raffaele: Giusto
  • canessa dottor francesco: è vergognoso il sindaco di pavia e assessore annesso devono solo vergognarsi per la...
  • claudiom: ne riparleremo il prossimo anno. Credo che per lei sarà una delusione.
  • Marta: Raga’ forse vi dovreste documentare un po’ meglio, il piu’ patetico dei commenti e’...
  • Montico Giorgio: ricordiamoci che il sindaco Renzi può fare quello che vuole se sie puntato ed e messo alle strette...