|

Sulla spiaggia di Jesolo arrivano gli Acronautj

JESOLO – Trampoli, salti, acrobati e comici. Sulla spiaggia veneziana per la prima volta viene organizzata una rassegna esplosiva di salti mortali e comicità di ogni tipo e colore, con artisti che provengono da cinque nazioni e che portano con loro un ventaglio assai vario di sapori e stili di quelle terre a volte lontane. Un piccolo festival dell’acrobazia e del teatro di strada, battezzato con il misterioso nome di Acronautj, che andrà in scena nelle serate del 18, 22 e 28 agosto, e che è firmato da uno dei nomi più prestigiosi dell’arte circense, quell’Alessandro Serena, professore di storia dello spettacolo circense e di strada all’Università degli Studi di Milano, nonché nipote della regina del circo italiano, la divina Moira Orfei. La produzione è della premiata ditta Circo & Dintorni, specializzata nella produzione di grandi eventi spettacolari.

Jungle-Show«Abbiamo scelto l’acrobazia – spiega Serena – perché è una delle discipline più antiche e popolari dello spettacolo dal vivo, le cui origini si perdono nella notte dei tempi. Come accade per la danza, i suoi stili sono innumerevoli e tutti affascinanti. Quello che è certo è che si tratta di una materia universale che supera qualsiasi barriera di linguaggio o di cultura. Un salto mortale è come un “benvenuto!” in esperanto, soprattutto se associato ad un contenuto poetico e divertente. Una disciplina adatta al pubblico cosmopolita ed eterogeneo di Jesolo, che in estate conta circa sei milioni di presenze (provenienti da numerose nazioni), vive di spettacoli che possano essere potenzialmente apprezzati da tutti. Le performance sono state selezionate per un pubblico universale, quello delle famiglie di sicuro, ma anche quello dei giovani in cerca di una serata alternativa e diversa dal solito».

Il nome scelto per questa originale rassegna, Acronautj, significa esploratori delle potenzialità dell’acrobazia, con la J finale in omaggio alla città che accoglie la rassegna, Jesolo, e alla sua internazionalità. Per alcuni teorici la lettera J, dalla forma che ricorda un mestolo da cucina rappresenta la raccolta, il recupero del passato, dei ricordi e dei talenti.

La rassegna sarà articolata su tre piazze di Jesolo, piazza Milano, piazza Nember e piazza Mazzini. Le strade circostanti verranno ogni sera festosamente invase da un gruppo di trampolieri che interagiranno con i passanti attirandoli verso il luogo deputato per lo spettacolo. La trampolata inizia sempre alle 20.00 e gli spettacoli alle 21.00.

home-sweet-home-the-flowerIl 18 agosto, in piazza Milano, Karakasa Circus presenta Home Sweet Home, uno spettacolo di teatro acrobatico con sapori dei Balcani e artisti provenienti da Italia, Romania e Russia. Una produzione reduce da oltre cento repliche di grande successo in tutta Europa e da noi in teatri prestigiosi come l’Arena del Sole di Bologna o il Teatro dell’Arte di Milano raccogliendo ovunque recensioni lusinghiere. Home sweet home è ambientato in una discarica di rifiuti, uomini e cose. Un angolo poco ordinato del mondo per gli scarti della società, dove però grazie ad un’energia ed un ritmo tipico dei Balcani, gli oggetti dimenticati ritornano a parlare. E i corpi stanchi si elevano in salti acrobatici. Uno spettacolo che arriva da Il Circo della Pace, esperienza che ha ottenuto la Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana e il sostegno entusiasta della Commissione Europea. Gli autori sono Marcello Chiarenza e Alessandro Serena, le musiche di Carlo Cialdo Capelli.

okidokIl 22 agosto in Piazza Nember, il duo belga degli OkiDok presenta Slips Experience, uno spettacolo di teatro acrobatico comico. Ballerini, commedianti, mimi, prestigiatori, equilibristi, rumoristi, strumentisti, cascatori: Okidok è un duo belga i cui spettacoli, di straordinaria efficacia espressiva e di tagliente umorismo, rileggono con sofisticazione e trascinante spettacolarità, l’intera storia della clownerie. Irriverenti, mordaci, stralunati, atletici e capaci di una mimica fisica che sembra sfidare le leggi della gravità e i limiti del corpo umano, Xavier Bouvier e Benoît Devos sono stati giustamente definiti il foie gras dell’arte del mimo. Nello spettacolo Slips Experience anche la più esilarante e snodata acrobazia non è mai fine a se stessa ma concorre a creare un insieme di gestualità che hanno talvolta più peso delle parole.

Il 28 agosto, in piazza Mazzini, Sarakasi Trust presenta Jungle Show, uno spettacolo di teatro acrobatico africano. Il ritmo e l’energia tipica dell’Africa esplodono in questo vibrante show presentato da cinque acrobati di Nairobi, i Pamoja Acrobats. In Kenya esiste da anni l’associazione Sarakasi che promuove ogni forma di spettacolo popolare nelle pur difficili condizioni sociali di quei paesi. Incredibile a dirsi, questa terra produce acrobati di ottimo livello che lasciano trasparire la propria voglia di vivere anche mentre danzano e saltano a tempo di musica etnica. Che girano per tutto il mondo entusiasmando il pubblico di ogni età in piazze, strade, circhi e teatri. Oltre a formidabili esercizi acrobatici a corpo libero si esibiscono anche con giochi di fuoco, limbo acrobatico, salti mortali con la corda e tuffi nei cerchi. Il gruppo è presentato in collaborazione con Aqualandia, dove ogni giorno i visitatori possono godersi un concentrato dello spettacolo presentato al Festival Acronautj.

Prima di ogni spettacolo un gruppo di trampolieri del Piccolo Nuovo Teatro, abbigliato ogni volta in maniera diversa, animerà le strade circostanti alla piazza designata per lo spettacolo in un incalzare di emozioni. Vedremo così degli angeli in frak bianchi accompagnati da figure femminili alate, alberi viventi a rappresentare il ciclo delle stagioni e diavoli e fuochi in parate dal forte impatto visivo. In tutti i casi gli artisti interagiranno con gli spettatori e consegneranno loro dei palloni lunghi tre metri ciascuno che coloreranno le strade.
Roberto Bianchin

Il Ridotto

Short URL: http://www.circo.it/?p=31483

Comments are closed

Comments recenti

  • Raffaele: Giusto
  • canessa dottor francesco: è vergognoso il sindaco di pavia e assessore annesso devono solo vergognarsi per la...
  • claudiom: ne riparleremo il prossimo anno. Credo che per lei sarà una delusione.
  • Marta: Raga’ forse vi dovreste documentare un po’ meglio, il piu’ patetico dei commenti e’...
  • Montico Giorgio: ricordiamoci che il sindaco Renzi può fare quello che vuole se sie puntato ed e messo alle strette...