|

La Russa: “Chi ama gli animali deve allearsi col circo, Brambilla compresa”

L'onorevole Ignazio La Russa alla Giornata professionale del circo (le fotografie sono di Flavio Michi)

L’onorevole Ignazio La Russa alla Giornata professionale del circo (le fotografie sono di Flavio Michi)

“Il mondo del circo è quello che ama di più gi animali. Con la mia amica Brambilla litighiamo solo su questo. Come si fa a non capire che nella battaglia per la difesa degli animali bisogna allearsi con chi gli animali li ama davvero?”. Ignazio La Russa, leader di Fratelli d’Italia – An, è intervenuto ieri alla Giornata professionale del Circo e la sua è stata una argomentata difesa del circo e del circo con animali. “Spesso prevale l’ignoranza in chi vi attacca sugli animali”, ha aggiunto, “ma il circo ha una esperienza di rapporto e difesa degli animali che parte da lontano. Alcuni animalisti sono arrivati a manifestare fuori da circhi che non avevano animali e questo la dice lunga”. Il circo, secondo La Russa, “è un’espressione artistica che ha fatto la gioia di intere generazioni di bambini e deve poter continuare a farlo. Io faccio parte di queste generazioni e so cosa significa per un bambino l’arrivo del circo, magari nella vicinanza del Natale: è la festa che arriva in casa. Chissà quanti milioni di persone potrebbero dire la stessa cosa. E poi i bambini diventano adulti e continuano a frequentare e a divertirsi col circo”. Ma Ignazio La Russa, davanti alla platea riunita all’Agis di Roma, ha anche sottolineato la vicinanza, personale e dell’area politica che rappresenta, al circo: “Sono a vostra disposizione”, ha sottolineato, “perché i vostri diritti, le vostre ambizioni, la vostra storia, possano continuare non solo ad esistere ma a crescere in questa nostra Italia”. Il fondatore di Fratelli d’Italia ha posto l’accento sulla importanza di non disperdere la memoria del circo: “Lo Stato ha il dovere di aiutare a mantenere viva la vostra tradizione. Soldi ce ne sono pochi, ma quanti ne sprecano le Regioni? la-russa-giornata-professionaleAl di la dei contributi previsti dalla legge per il vostro settore, il mondo del circo va tutelato perché non solo non deve scomparire, ma deve diventare parte integrante della formazione dei nostri giovani”. Cosa c’è di meglio – ha argomentato – del circo per fare imparare ai giovani alcuni grandi valori attraverso il divertimento e l’arte? “Il coraggio, l’abilità, la capacità di sacrificio nell’esercizio fisico quotidiano, l’apprendere un mestiere dalla famiglia. Cosa c’è di meglio che insegnare a conoscere gli animali da vicino, oppure ad essere cittadini del mondo sentendosi a casa in ogni luogo in cui vai, come accade a voi del circo? Il circo è italianità ed ha sempre rappresentato nel mondo una delle bandiere del nostro Paese”.
La Russa è stato invitato e accompagnato alla Giornata professionale del circo da Gianluca Cavedo, che da qualche anno è impegnato politicamente all’interno di Fratelli d’Italia e che nel veronese è il punto di riferimento del settore nella formazione di Giorgia Meloni e Ignazio La Russa.

Short URL: http://www.circo.it/?p=36971

Comments are closed

Comments recenti

  • Raffaele: Giusto
  • canessa dottor francesco: è vergognoso il sindaco di pavia e assessore annesso devono solo vergognarsi per la...
  • claudiom: ne riparleremo il prossimo anno. Credo che per lei sarà una delusione.
  • Marta: Raga’ forse vi dovreste documentare un po’ meglio, il piu’ patetico dei commenti e’...
  • Montico Giorgio: ricordiamoci che il sindaco Renzi può fare quello che vuole se sie puntato ed e messo alle strette...