|

In mostra a Monte Carlo le opere di Nevia Togni e Igor Akimov

S’intitola La Grande Parade l’esposizione che la Galleria Carré Doré presenta in occasione del 36° Festival Internazionale del Circo di Monte-Carlo. Una mostra dedicata al circo nei giorni in cui il Principato di Monaco diventa la capitale assoluta dell’arte della pista. Ma non è l’unica notizia importante legata a questo evento da mettere subito in agenda: l’esposizione costituisce infatti anche il debutto, in una cornice unica come quella monegasca, di una ben nota e apprezzata donna del circo, invece meno conosciuta dal grande pubblico come pittrice.

Nevia Togni

Si tratta di Nevia Togni, figlia d’arte, ultima discendente di Darix Togni, che ha deciso di presentare al pubblico per la prima volta le sue opere. A fianco dei lavori di Nevia Togni, anche la serie delle tele sul circo dell’artista russo Igor Akimov.
Nevia nel corso della sua carriera nel mondo dello spettacolo ha progressivamente spostato la propria attenzione artistica dal ruolo di stella della pittoresca pista felliniana (ove ha tra gli altri rivestito ruoli di primo piano come trapezista, cavallerizza, giocogliere, clown) verso l’arte pittorica.
Le opere di Nevia Togni sono un concentrato d’ispirazione, proiezioni e ricordi. La ricchezza dei colori é tradotta dall’intensità delle immagini. Ogni opera celebra l’arte del circo nelle sue più svariate forme, dai suoi personaggi alla musica e alla danza.

Alain Frère e Igor Akimov (foto tratta dal sito www.tourrette-levens.org)

Dopo 25 anni consacrati alla pittura “per se stessa”, Nevia Togni ha deciso di condividere ed esporre le sue opere per la prima volta scegliendo la Galleria Carré Doré e Monte-Carlo, dove il Circo Togni é sempre stato accolto calorosamente.
Igor Akimov, nato nel 1968 nella storica città russa di Vladimir, vive e lavora a Nizza dal 2003. Si è diplomato all’Istituto di Belle Arti di Laroslavl e all’Istituto Superiore di Belle Arti di Mosca e circa quattro anni fa la sua arte è stata attratta dal mondo del circo dopo aver assistito ad un spettacolo circense a Tourrette-Levens ed aver fatto la conoscenza di Alain Frère. Una delle sculture di Igor Akimov fa parte dello chapiteau di Monaco.
“La mia ispirazione é naturale, realizzo le mie opere con minuziosità per un lasso di tempo importante”, dice di sé Igor. “Il mio obiettivo è osservare e trasmettere. Con la mia arte cerco di raccontare una storia, utilizzo il disegno per esprimere la mia fantasia talvolta bizzarra e folle.”
“Nel passato, l’arte dedicata al circo si limitava ai sontuosi manifesti che annunciavano la venuta di questo spettacolo popolare”, spiegano dalla Galleria Carré Doré. “Un genere talmente vivo, colorato ed affascinante da influenzare ed ispirare il mondo dell’arte a 360 gradi: dai grandi artisti come Picasso, Botero, Chagall, Dufy (che hanno creato opere su questo tema), alla musica, passando per l’architettura, la moda e il cinema. In onore di ciò la Galleria Carré Doré presenterà una video proiezione consacrata alla magnifica arte circense e nello stesso spazio espositivo, grazie alla collaborazione con il Cedac di Verona, diretto da Antonio Giarola, troveranno posto le opere create dai grandi artisti del passato”.
Vernissage il 21 gennaio alle 18.30, la mostra rimane aperta dal 19 al 29 gennaio 2012 al numero 5 di rue Princesse Caroline.

Short URL: http://www.circo.it/?p=13770

Comments are closed

Archives

Comments recenti

  • Raffaele: Giusto
  • canessa dottor francesco: è vergognoso il sindaco di pavia e assessore annesso devono solo vergognarsi per la...
  • claudiom: ne riparleremo il prossimo anno. Credo che per lei sarà una delusione.
  • Marta: Raga’ forse vi dovreste documentare un po’ meglio, il piu’ patetico dei commenti e’...
  • Montico Giorgio: ricordiamoci che il sindaco Renzi può fare quello che vuole se sie puntato ed e messo alle strette...